Giovanna +39 327 7707188 | Maria +39 339 1482046
Alloggiare in casa di riposo

Alloggiare in casa di riposo

ALLOGGIARE IN CASA DI RIPOSO, L’INIZIO DI UNA NUOVA VITA!

Il ricovero in istituto di un anziano è di solito una scelta fatta per necessità dalla famiglia che lo circonda: condizioni fisiche e/o mentali precarie, lontananza delle reciproche residenze, rapporti conflittuali che non consentono coabitazioni.

Il momento della scelta della casa di riposo rappresenta per la famiglia un momento di forte stress psico-fisico al quale si aggiunge il senso di colpa che subentra per aver lasciato il parente in un contesto del tutto nuovo.

Ma In questo frangente di preoccupazioni è importante riconoscere che il compito della casa di riposo è quello di migliorare la quotidianità del paziente attraverso interventi professionali di assistenza.

Quali saranno i vantaggi di questa scelta?

  • La compagnia.

Uno dei più grandi problemi per gli anziani che rimangono vedovi o che non riescono a trascorrere molto tempo con figli e nipoti è la solitudine. Uno dei vantaggi fondamentali della vita in casa di riposo è senz’altro la presenza di altre persone con cui poter passare del tempo e svolgere attività ricreative.

  • Presenza di personale sanitario specializzato.

In casa di riposo è sempre presente personale specializzato, che si occupa degli ospiti della struttura. Questa caratteristica è un punto di forza molto importante, soprattutto in tutti quei casi in cui la persona anziana ha patologie particolari, ha bisogno di assumere farmaci regolarmente o di ricevere delle iniezioni.

  • Qualità delle strutture.

Le nostre strutture sono posizionate strategicamente in prossimità di spazi verdi e con ampi spazi esterni. Questo crea un’atmosfera serena e rilassata, lontana dal caos cittadino, di cui gli anziani non possono che beneficiare. Inoltre, svolgiamo regolarmente attività e laboratori molto coinvolgenti per gli ospiti.

Come parlarne all’anziano?

Comunicare questa scelta al diretto interessato è un momento fondamentale, oltre che complesso.

La soluzione-chiave è la gradualità. La scelta migliore è quella di presentare il ricovero come una soluzione temporanea, un periodo di riabilitazione o di valutazione delle esigenze dell’anziano.

Sarà lo stesso l’anziano a rendersi conto degli effetti benefici del soggiorno derivati dalla quantità di attività alle quali può prendere parte e dalla possibilità di apportare a sua volta un contributo alla nuova comunità. Nel proprio ambiente domestico l’anziano patisce spesso una carenza di sollecitazioni, determinata in molti casi anche dalla relativa solitudine in cui vive e che può indurre una regressione cognitiva. Al contrario, la vita in Casa di riposo fornisce all’anziano un numero di stimoli sufficiente a restituirgli la dignità di una vita vissuta pienamente.

La famiglia può avere un ruolo attivo nella costruzione di questa nuova rete sociale?

Il ruolo della famiglia è per noi centrale. Innanzitutto, le visite dei familiari sono libere siamo aperti 24h su 24 questo per evitare che il loro parente possa provare un senso di abbandono. Inoltre potranno partecipare attivamente alle iniziative promosse dagli operatori o dai parenti degli altri ospiti della struttura: devono impegnarsi per instaurare delle relazioni sociali, in maniera tale da promuovere l’ingresso dell’anziano come di loro stessi nella una nuova comunità.

Spread the love
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Chiudi il menu
Chiama ora!